• 21/10/2019

ERMES Education

Per capire il cambiamento

Rivista di Pedagogia Ermeneutica Esistenziale
Adolescenti senza tempo: un libro di M. Ammaniti
“Crisi e rinnovamento tra mondo classico e cristianesimo antico”: un libro di A.M. Mazzanti
Corso “Religione a scuola. Quale futuro?” – 5 ottobre 2019 – Roma
Religione a scuola. Quale Futuro?: un testo sulla scuola a cura di R.Romio
previous arrow
next arrow
Slider

“A scuola di Emozioni”: Percorso di alfabetizzazione emotiva per insegnanti – Roma 13 ottobre

Aiutare un bambino a crescere in modo emotivamente equilibrato è diventato un compito sempre più complesso. In questo progetto formativo si intende fornire degli strumenti teorico – pratici ai docenti per meglio affrontare la sfida dell’educazione emotiva in classe. Nel modulo formativo sarà proposto un lavoro di alfabetizzazione emotiva e saranno indicate alcune strategie preventive per aiutare i pre-adolescenti a comprendere le proprie reazioni emotive spiacevoli e ad esprimerle in modo più adattivo e funzionale. Gli incontri saranno realizzati da quattro psicologi professionisti dell’Asp Progetto Pioneer.

“Ermes Education. I traguardi di una didattica rinnovata”: Corso di aggiornamento riconosciuto dal MIUR – Roma 22 settembre 2018

Anche quest’anno, sabato 22 settembre, si terrà a Roma un corso di aggiornamento per docenti ed educatori riconosciuto dal MIUR. Il corso è promosso dall’UCIIM (sez. Aurelio) e dall’Associazione CeRFEE-Zelindo Trenti.
Il corso, di 26 ore complessive, propone una verifica dei traguardi educativi e didattici, indicati dalle recenti riforme del Sistema educativo italiano, e la programmazione delle iniziative formative per il 2018-19. Può essere seguito in video conferenza attraverso la piattaforma elearningermeneutica.it. La sede del corso si trova a Roma nord, nei locali della parrocchia Santa Felicita, via don Giustino Russolillo n.37, nei pressi di Largo Labia, raggiungibile facilmente dalla stazione Termini, con l’autobus veloce n. 90.

“Didattica per un nuovo umanesimo”: Linguaggi e metodologie della didattica ermeneutica esistenziale – di R.Romio

Il testo costituisce il terzo volume della collana Educare Oggi. Si suddivide in quattro parti. La prima intende illustrare i fondamenti teorici dell’intera proposta sia sul piano pedagogico che quello didattico.
La seconda parte si propone di svolgere il tema dei linguaggi. Vengono trattati i linguaggi del teatro, della musica, dell’arte, del corpo e il linguaggio sensoriale.
La terza parte vuole portare l’attenzione sulle metodologie didattiche per offire indicazioni ed esempi sui processi applicativi. La quarta parte, infine, illustra alcune esperienze didattiche che intendono mostrare la concreta possibilità di introdurre nella didattica tradizionale dei percorsi di rinnovamento. Sono state selezionate: la video animazione, le pratiche inclusive, lo story telling fotografico, l’espressione pittorica.

Summer campus ErmEs Education: Linguaggi e metodologie per una nuova didattica- Pozza di Fassa (TN) – 11-15 luglio 2018

Il mondo sta cambiando molto rapidamente e le istituzioni educative faticano a trovare modelli capaci di rispondere alle sfide del cambiamento.
È sempre più importante promuovere nell’educazione l’ispirazione, la creatività e l’innovazione affinche’ gli studenti riescano a sviluppare le competenze necessarie ad affrontare le nuove sfide del domani.
Da qui nasce la nostra proposta di un Summer campus Ermes Education su:
Linguaggi e metodologie per una nuova didattica
11-15 luglio 2018.
In presenza: Hotel Valacia, Strada de Ruf de Ruacia 42, 38036,Pozza di Fassa,TN
Online: piattaforma: www.elearningermeneutica.it
Lieti di incontravi, vi aspettiamo.

“La vita e i giorni. Sulla vecchiaia”: un libro di Enzo Bianchi sulla terza età

Il priore della comunità di Bose, Enzo Bianchi, affronta nel suo ultimo libro la terza età. La condizione di fragilità dell’uomo, impegnato in un viaggio che almeno per i cristiani conduce ad un unica meta, emerge più chiaramente in questa parte della vita. Un momento dell’esistenza fatto di difficoltà e debolezze ma anche dell’opportunità di dare alle nuove generazioni una guida. Il controllo sul mondo e la consapevolezza di cosa si sia realizzato lasciano il passo alla capacità di vedere con più chiarezza il futuro, le vicende e il senso di molti avvenimenti. Un’ occasione per dialogare con le giovani generazioni, comprenderle e non lasciarsi abbandonare a una preventiva chiusura. Un periodo importante, dunque, a cui arrivare preparati.

“Papa Francesco, un uomo di parola”: un documentario di Wim Wenders su papa Francesco

Papa Francesco – Un uomo di parola, il film di Wim Wenders, vuole essere un viaggio personale in compagnia di Papa Francesco, più che un documemtario biografico relativo alla sua figura. Gli ideali del Papa ed il suo messaggio sono centrali in questo documentario, che si prefigge di presentare la sua opera di riforma e le sue risposte riguardanti alcune questioni di livello globale.

“Liberare la libertà. Fede e politica nel terzo millennio”:Joseph Ratzinger Testi Scelti

Liberare la libertà è il secondo volume della collana “Joseph Ratzinger Testi Scelti” che raccoglie una selezione di interventi e scritti di Joseph Ratzinger/Benedetto XVI dedicati al tema “Fede e politica”. La collana “Joseph Ratzinger Testi Scelti” è un progetto editoriale in sette volumi sui temi fondamentali del pensiero del papa emerito.
Il libro è impreziosito dalla prefazione di Papa Francesco e contiene un testo inedito di Papa Benedetto XVI.

“L’home education”: La scuola a casa pro e contro

La scuola a casa è sempre più diffusa in America, mentre in Italia pubblico e privato soddisfano la richiesta di formazione. Ma perchè e con quali pro e contro tanti genitori scelgono di fare studiare i figli tra le mura domestiche?
La scuola a casa, detta anche educazione parentale o scuola familiare, inizia a diffondersi anche in Italia. Ma è l’America la vera patria dell’homeschooling o  : già 2 milioni di bambini studiano a casa con mamma o papà seguendo programmi didattici dettati dalle autorità. La percentuale è in continuo aumento: per quali motivi?

“Rural Africa in motion”: Atlante della Fao sulle sfide del boom demografico e dei cambiamenti climatici

La Fao ha pubblicato un atlante – dal titolo Rural Africa in motion: Dynamics and drivers of migration South of the Sahara – che illustra la complessità dei flussi migratori che caratterizzano l’Africa subsahariana. La pubblicazione riflette sul ruolo che le zone rurali dei Paesi africani esercitano e continueranno a esercitare sulla determinazione dei flussi migratori nel continente e nel resto del mondo. La popolazione a sud del Sahara è aumentata di 645 milioni fra il 1975 e il 2015, con una crescita simile a quella osservata in Paesi come l’India e la Cina. L’Africa rimane principalmente rurale a causa di un processo di urbanizzazione iniziato relativamente di recente. Nel 2015 ancora il 62 per cento della popolazione africana abitava in una zona rurale.

“Cattolicesimo, nazionalismo, cosmopolitismoˮ: un libro di Massimo Fagioli

Il testo si focalizza sul significato, l’eredità e la ricezione nel mondo dell’ecclesiologia del Concilio Vaticano II, a partire dalla costituzione “Gaudium et spes”, soffermandosi su questioni-chiave: il rapporto tra potere e carisma nella Chiesa; il ruolo del movimentismo cattolico; l’eredità del costantinismo; le radici della crisi del cattolicesimo made in USA all’interno della crisi politica e morale americana, nel contesto del pontificato di papa Francesco.

“Leggere Francesco. Teologia e politica”: un libro di Emilce Cuda

L’autore parte dalla teologia del popolo e della cultura, variante argentina della teologia della liberazione latino-americana, dalla quale la distingue la rinuncia a una concezione classista. Se non si richiama né al marxismo né al liberalismo, la teologia del popolo ha forse radici peroniste, e quindi entra di diritto nel dibattito attuale sul populismo? Esiste un rapporto intrinseco tra il modello trinitario e il dogma dell’Incarnazione, da un lato, e la denuncia pontificia dell’ingiustizia, dall’altro? E che cosa evoca il papa quando parla di uguaglianza, libertà/lavoro, dignità, cultura e popolo? Intende l’insieme della gente o il popolo-povero-lavoratore? Domande formulate con la massima nitidezza, e risposte che mirano a disambiguare, convocando allo scopo anche le grandi teorie politiche del Novecento, da Antonio Gramsci a Ernesto Laclau.

“Dio è un poeta. Un dialogo inedito sulla politica e la società”: il dialogo fra papa Francesco e Dominique Wolton

Nel corso di un intero anno, Dominique Wolton è stato ricevuto dodici volte da Papa Francesco. Il risultato di questi incontri fertili e calorosi è un’intervista in cui il Papa affronta liberamente i temi cruciali del nostro tempo e del suo pontificato: la pace e la guerra, la politica con la P maiuscola, la globalizzazione e la diversità culturale, il fondamentalismo e la “sana laicità”, le disuguaglianze economiche e la mancanza di lavoro e prospettive per i giovani, la “follia” del dominio assoluto del “dio denaro” e la necessità di un’economia “concreta” incentrata sul benessere delle persone, l’Europa e i migranti, la tutela dell’ambiente, il dialogo fra i cristiani, fra le religioni, fra atei e credenti… Le parole chiave del pontificato di Francesco – “gioia”, “tenerezza”, “vicinanza”, “preghiera”, “pace”, “fede”, “croce”, “umiltà”, ma anche “umorismo” –

“Ultimo banco. Perché insegnanti e studenti possono salvare l’Italia”: un libro di G.Floris

Nata da un anno di incontri in molte scuole d’Italia, questa inchiesta-racconto coniuga la vividezza della narrazione con una ricchezza di voci, storie, informazioni e ricordi. Giovanni Floris percorre – da giornalista, da genitore, da ex studente e da cittadino – il filo che lega crisi ed eccellenze dell’istruzione, fino ad affrontare il nodo della sfida più importante: ricostruire la scuola per ricostruire l’Italia.

“La casa nella pineta”: un libro al crocevia di vite vissute – Pietro Ichino

In questo libro insolito, al confine tra un racconto intimo e il grande affresco di un’epoca, le vicende pubbliche si intrecciano alla storia di una famiglia italiana che raccoglie in sé l’eredità ebraica e un cattolicesimo dalla forte vocazione sociale e che ha eletto la Versilia a proprio luogo dello spirito. E’ così che – dalle persecuzioni razziali al Concilio Vaticano II, da Bruno Pontecorvo a Piero Sraffa, dal ’68 all’assassinio di Calabresi, dal Pci di Pietro Ingrao fino alle riforme del Diritto del lavoro – la ”casa nella pineta” diventa il crocevia di vite vissute con singolare intensità, dove generazioni di padri e di figli dalle anime inquiete possono crescere, amarsi, perdersi e ritrovarsi.