1 Comments

LABORATORIO DIDATTICO – MULTIMEDIALE

Per i docenti di IRC e non solo

 

Le attività si propongono come scopo operativo la familiarizzazione dell’uso di strumenti informatici e consentono agli insegnanti di IRC di mettere in gioco le proprie capacità di educare e di istruire i ragazzi con l’impiego innovativo e intelligente delle nuove tecnologie. L’obiettivo è di produrre dei contenuti multimediali concreti e positivi per coinvolgere il gruppo classe, perché partendo dagli interessi degli alunni e da ciò che li appassiona emotivamente si stimola la creatività e la fantasia.
Il docente di oggi deve prestare maggiore attenzione al nuovo modo di conoscere e di apprendere dei ragazzi figli dell’era multi – mediale perché, come affermano le osservazioni della CEI negli Orientamenti per il nuovo decennio (Comunicazione nella cultura digitale), i mezzi di comunicazione non solo sviluppano le potenzialità umane ma tendono anche ad abbattere la diversità tra le persone e a riconoscere le qualità socio – culturali dei popoli. “Una buona formazione all’uso dei media permetterà una valida sinergia tra le famiglie, gli educatori, le comunità ludico – sportive e pastorali con i garanti della comunicazione” che nel nostro contesto possono essere gli insegnanti di IRC.

 

STOP MOTION E DINTORNI

Le informazioni che, ormai con un flusso continuo, riceviamo dalla società, sono in gran parte veicolate dalle immagini in movimento; dunque, realizzare animazioni a scuola, vuole dire offrire la possibilità di entrare nei meccanismi che regolano la costruzione del linguaggio preferito dalla nostra società.
Il cinema d’animazione coinvolge varie discipline, ognuna con i linguaggi e i codici interpretativi che la caratterizzano, sviluppando la capacità di operare in un gruppo dove ognuno, avendo competenze specifiche, collabora alla realizzazione del prodotto finale.

 

OBIETTIVI

• Sviluppare lo spirito d’osservazione, di descrizione e di analisi.
• Riconoscere le regole della composizione narrativa per immagini, attraverso l’accostamento di più figure.
• Acquisire i linguaggi specifici dei mezzi di comunicazione audiovisiva e multimediale.
• Trasformare il progetto scritto in immagini e viceversa.
• Progettare e realizzare strumenti informativi audiovisivi utilizzando la tecnologia informatica.
• Favorire lo sviluppo di un atteggiamento attivo, consapevole e critico nei confronti dei mass-media.

 

METODOLOGIA

1. Primo incontro: Il linguaggio

Presentazione di alcuni elementi fondamentali del linguaggio delle immagini in movimento (inquadratura, scala dei piani, montaggio).
Si analizzeranno alcune sequenze tratte da film d’animazione per comprendere quali sono i meccanismi che ci regalano l’illusione del movimento.

L’idea, il soggetto, i personaggi gli ambienti
Presentazione e analisi dell’episodio che sarà il “soggetto” dell’animazione da realizzare durante gli incontri.

I personaggi e gli ambienti
I partecipanti avranno a disposizione tutto l’occorrente per scegliere fra le due tecniche d’animazione proposte.

 

2. Secondo incontro: Lo story-board, la preparazione dei personaggi e del set

Una volta decisa la tecnica da utilizzare, si procederà operando una scomposizione della “storia” in sequenze di immagini; queste ultime saranno il modello per le future inquadrature.

Durante l’elaborazione dello storyboard, i partecipanti potranno dividersi in due gruppi. Il primo, disegnerà le inquadrature, il secondo, contemporaneamente, preparerà i personaggi (ritagliando e incollando, oppure ricoprendo di plastilina gli scheletri snodati) e allestendo un semplice set.

I due gruppi potranno scambiarsi i ruoli in fase di lavoro, così tutti potranno sperimentare le due fasi di lavoro.

 

3. Terzo  incontro: Verifica, valutazione e confronto

Al termine del percorso, saranno distribuiti i prodotti realizzati e una documentazione delle varie fasi di realizzazione del laboratorio.

 

ORGANIZZAZIONE

Gli incontri:
avranno la durata di 3 ore e mezza
Attrezzatura del docente:
iPad Air, portatile mac book pro 17’’, fotocamera reflex canon eos 7d, stativo e luci per riprese in verticale.
Attrezzatura dei partecipanti:
iPad o computer portatile dotati di collegamento internet.
Materiali richiesti:
cartoncini colorati (tre cm 50×70 o simili) colori, colla, forbici, patafix e plastilina.
Data Prevista:
16 aprile 2016: ore 9,00-18,30
17 aprile 2016: ore 9,00 – 12,30
Iscrizioni:
Euro 100.
Pernottamento e pasti a carico dei corsisti.
Località:
Roma. La sede del corso verrà indicata alla prenotazione.

 

Per la prenotazione:
romio.roberto@gmail.com
cell.3333924855

 

ESEMPI

Per visionare alcuni esempi di attività realizzate con classi della scuola primaria si può consultare il sito

One thought on “Corso laboratorio didattico – multimediale: per i docenti di IRC e non solo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.