• 20/09/2019

ERMES Education

Per capire il cambiamento

Rivista di Pedagogia Ermeneutica Esistenziale

Costituzione apostolica “Veritatis gaudium”: Facoltà cattoliche e ISSR un profilo accademico?

La recente costituzione apostolica Veritatis gaudium di papa Francesco sulle Università e Facoltà ecclesiastiche contiene numerosi stimoli molto interessanti per chi lavora nell’ambito della ricerca e dell’insegnamento delle scienze religiose. Nel …

“Sono puri i loro sogni. Lettera a noi genitori sulla scuola”: una lettera sulle nostre paure di educare – Matteo Bussola

Dopo il successo internazionale di “Notti in bianco, baci a colazione”, Matteo Bussola torna con “Sono puri i loro sogni”, un’altra storia incentrata sulla sua vita con la compagna scrittrice e …

Interrogativi sul futuro della scuola: un’educazione della persona per la persona

Proponiamo alcune riflessioni sulla scuola dopo i fatti incresciosi di intolleranza e di violenza registrati in queste ultime settimane.  Genitori e studenti si scagliano contro i loro professori. Emerge una condizione realistica della scuola …

“Cittadini Consapevoli: comprensione di sé e impegno educativo”: Corso per docenti – Roma 10 Marzo 2018

Il corso si ispira alla visione ermeneutica esistenziale e rientra nelle iniziative per l’educazione alla cittadinanza. Si basa sul testo: R. Romio – M.Marchetto, Comprensione di sé e impegno educativo, Elledici, Torino 2018. E’ gratuito e riconosciuto dal MIUR e dalla CEI.
È possibile seguire online sulla piattaforma www.elearningermeneutica.it.

Educazione, intelligenza artificiale e big data: come deve cambiare l’educazione

Il rapporto-shock di McKinsey, ha esaminato 2000 funzioni di 820 mestieri: con gli ultimi avanzamenti tecnologici, il 49% è soggetto a sostituzione almeno parziale. Un miliardo di posti a rischio nel mondo, 54 milioni in Europa. Come deve cambiare l’educazione per rispondere all’innovazione tecnologica dell’intelligenza artificiale e dei Big Data?

Varata definitivamente la legge su “La Buon scuola”: varati otto dei nuovi decreti della riforma della scuola

Il Consiglio dei ministri ha approvato in via definitiva gli otto decreti attuativi della legge 107 (Buona scuola). Nuove modalità per la maturità (dal 2019) e per diventare insegnanti. I provvedimenti ridisegnano anche l’istruzione professionale, prevedono nuove risorse per il diritto allo studio e introducono novità per l’educazione della fascia d’eta’ 0-6 anni, per le scuole all’estero e per l’inclusione degli alunni

La carta del docente: come usarla e per cosa?

I 500 euro per l’anno scolastico 2016/2017 sono assegnati attraverso l’applicazione web “Carta del Docente”. Per registrarsi sull’applicazione e utilizzare la “Carta del Docente” è necessario ottenere l’identità digitale SPID. Attraverso l’applicazione ogni docente potrà generare dei “Buoni di spesa” per l’acquisto, presso gli esercenti ed enti accreditati, di prodotti editoriali, corsi di formazione, convegni e altri servizi che rientrano nelle categorie previste dalla legge. I 500 euro della Carta del Docente possono essere spesi in qualunque momento, durante tutto il corso dell’anno scolastico.

“Le dinamiche relazionali nel processo di apprendimento”: Corso Anaps Milano – 24 novembre 2016

L’A.n.a.p.s. (Associazione Nazionale Autonoma Professionisti Scuola) ha promosso una Giornata di formazione per i Professionisti della scuola sul tema: Le dinamiche relazionali nel processo di apprendimento. Circa 250 docenti hanno preso parte all’iniziativa con grande interesse e partecipazione. Tra le autorità presenti: Il Provveditore di Milano, il Vicario generale della diocesi di Milano.

Una maggioranza di docenti anziani e donne nella scuola italiana

Secondo Eurostat nei 28 Paesi della Ue, le donne sono l’84,7% degli insegnanti nell’istruzione primaria e il 64% in quella secondaria. In Italia, però, gli insegnanti delle elementari sono per il 95,9%, nella secondaria il 71,2%. Nella scuola primaria (elementari), il 32,4% degli insegnanti dell’Unione europea ha più di 50 anni; il 18% ne ha tra i 55 e i 59 e il 6% ne ha più di 60 (dati al 2014). Le percentuali in Italia sono: 52,7; 32,5; 14,5. Nella scuola secondaria (medie e superiori), i professori italiani ultracinquantenni sono addirittura il 57,5%; il 39% ha tra i 55 e i 59 anni; e il 17,5% supera i 60. Le percentuali della media Ue sono rispettivamente: 38,1; 23,4; 9.

“Attualità e prospettive di sviluppo della visione pedagogico-didattica ermeneutica esistenziale”: giornata di studio 10 settembre – Roma Sacro Cuore

L’Associazione nazionale Didattica ermeneutica – Uciim promuove una giornata di studio sul tema: “Attualità e prospettive di sviluppo della visione pedagogico didattica ermeneutica esistenziale”.
Il 10 settembre 2016 a Roma, in Via Marsala 48 (stazione Termini), Istituto Sacro Cuore – ore 10- 17. E’ aperta a tutti gli insegnanti e agli educatori per capire e decidere le iniziative formative per il nuovo anno 2016-2017.