Menu

Sussidi

zygmunt-bauman-morto

Dallo stato sociale al welfare planetario: il ruolo della cultura e degli intellettuali nella modernità liquida – Zygmunt Bauman

Qual è il ruolo della cultura e degli intellettuali nella modernità liquida, in cui i cittadini sono stati sostituiti dai clienti? E qual è il compito della nostra epoca? Zygmunt Bauman propone di passare dall’idea di Stato sociale – che ha consentito l’integrazione umana a livello di nazioni – a quella di ‘Pianeta sociale’, per raggiungere un’integrazione a livello di umanità, includendo tutti i popoli del pianeta.

libro

“I padroni del caos”: una riflessione politicamente scorretta di R. Cristin – Liberilibri

Sulla base della riflessione sui grandi temi della civiltà europea e occidentale Cristin scorge un pericolo esiziale per la nostra sopravvivenza: il venir meno dell’identità plurale europea, minacciata da un complesso di colpa auto-distruttivo, che ne mina la tenuta spirituale e ideale. L’Europa è debole – denuncia Cristin – soprattutto a fronte di culture fortemente determinate e motivate come quella islamica.

9788869446689_0_0_1412_80

Siamo tutti diversi!: un libro della teologa femministaTeresa Forcades

Cosa significa essere una teologa femminista nel XXI secolo? L’autrice rivolge uno sguardo acuto sul percorso che ogni essere umano compie per diventare adulto e trovare la propria unica e irriducibile identità. E poi ancora: unioni civili, utero in affitto, medicalizzazione della società, fede e Vangeli, cattolicesimo e ruolo della donna nella Chiesa, amore e libertà, clericalismo e patriarcato, religione, psicanalisi e lotta politica.

NZO

“La teologia narrativa di papa Francesco”: per capire lo sforzo ermeneutico e semantico di papa Francesco – Gian Enrico Rusconi

La grande espressività di papa Bergoglio vive di una originale ‘teologia narrativa’, che è a un tempo tradizionale e innovativa, legata al quotidiano e rivolta a tutti, credenti e non. Dietro al nuovo sforzo ermeneutico e semantico del pontefice si intravede un abbozzo di nuova e potente teologia. Dove porterà questa ‘rivoluzione’? Quali sono i contraccolpi teologici e dottrinali? Gian Enrico Rusconi esplora le conseguenze della teologia narrativa di Francesco sulla Chiesa, sui laici e sulla società in generale.

092145121-d5e8abf0-ce14-4dfd-88f5-77f5658a304d

Educazione, intelligenza artificiale e big data: come deve cambiare l’educazione

Il rapporto-shock di McKinsey, ha esaminato 2000 funzioni di 820 mestieri: con gli ultimi avanzamenti tecnologici, il 49% è soggetto a sostituzione almeno parziale. Un miliardo di posti a rischio nel mondo, 54 milioni in Europa. Come deve cambiare l’educazione per rispondere all’innovazione tecnologica dell’intelligenza artificiale e dei Big Data?

dbp1PLTkq0sd_s4

«Un Dio a parte». Che altro? – Jacques Lacan e la teologia Autore: di Rossano Gaboardi

Il testo è un prodotto della scuola teologica milanese, pubblicato dalle Edizioni Glossa, l’editrice della Facoltà. Oltre seicento pagine, rassegna densa di autori, testi, riferimenti a Lacan e seguaci e al teologo Hans Urs von Balthasar. Si gira intorno alla nuova «frontiera dell’umanesimo», sulla quale sembrano attestate oggi Chiesa e psicoanalisi.
Si pone un problema di linguaggio, trasmissione, coinvolgimento sulle questioni che una corretta relazione tra fede e psicologia del profondo può generare. Se non diventano parola parlata, spezzata come pane della conoscenza, vissuta, condivisa, le parole dei teologi che studiano la psicoanalisi rimangono per pochi addetti ai lavori, autoreferenziali, lessico per iniziati.

jUBN9KUpBehM_s4

“Al termine del giorno”: Enzo Bianchi racconta il monachesimo. La vita cristiana è ascolto

All’inizio della notte da sempre i cristiani innalzano lodi al Signore e intercedono per tutta l’umanità di cui vogliono essere voce. È nel buio di quest’ora che, a partire dalla Regola di Benedetto, sono state pronunciate le parole indirizzate da un priore ai suoi fratelli e alle sue sorelle, e qui radunate in un’unica raccolta inedita. Parole sapienti, che appartengono alla tradizione e nel vangelo cercano luce; parole per questo capaci di illuminare il viaggio interiore di chiunque sia alla ricerca di un senso, di un “oriente” per la propria vita.

1457332816-0-il-ruolo-della-donna-nel-mondo-e-nella-chiesa

Le donne nella chiesa di oggi: un ripensamento complessivo delle relazioni ecclesiali

Le donne che abitano gli spazi ecclesiali non sono tutte uguali, ma tutte si trovano a confrontarsi con un’eredità di discorsi e convinzioni sul femminile prodotti in tempi molto diversi dal nostro, dotati di una grande vischiosità, che condizionano anche pesantemente relazioni quotidiane e istituzionali, forme organizzative, strutture di pensiero, riflessioni teologiche.

Concept of teamwork and integration with businessman holding colorful puzzle

Nasce l’Associazione CeRFEE – Zelindo Trenti: Centro Ricerca e Formazione Ermeneutica Esistenziale, per educatori e docenti

L’Associazione CeRFEE – Zelindo Trenti (Centro Ricerca e Formazione Erneneutica Esistenziale – Zelindo Trenti) intende promuovere e coordinare la ricerca scientifica, la sperimentazione, la formazione umana e professionale nel campo della Pedagogia e della Didattica ad indirizzo Ermeneutico Esistenziale. Si propone di costituire il punto di riferimento di tutte le iniziative di ricerca, editoriali, di formazione, culturali e sociali ispirate alla prospettiva pedagogico didattica Ermeneutica Esistenziale.

2379-5 DEF-350x500

“I narcos mi vogliono morto”: Vita di padre Solalinde un prete che i narcos vogliono morto

La vicenda di padre Alejandro Solalinde, raccontata in questo libro, si intreccia con i 20 mila migranti rapiti ogni anno in Messico, uomini, donne e bambini che spariscono nel nulla. Padre Alejandro, dopo una vita da prete «normale», ha iniziato ad aprire le porte del cuore e di casa agli stranieri che cercavano un rifugio, un pezzo di pane, una parola di conforto. Non ha taciuto: ha denunciato i soprusi dei trafficanti, le connivenze della politica, la corruzione della polizia. I narcos gliel’hanno giurata: sulla sua testa pende una taglia di 1 milione di dollari. Di qui le minacce, i tentati omicidi, una scorta di 4 uomini per difendere un uomo che difende gli indifesi.

9788837230050_0_0_1656_80

“I papi e il moderno. Una lettura del cattolicesimo contemporaneo 1903-2016 “: per capire la chiesa oggi – D.Menozzi

Il testo interpreta il pontificato di papa Francesco alla luce della sua relazione con il «moderno» e in rapporto all’azione dei suoi predecessori rispetto alla modernità. Si presenta come una breve storia del confronto – che spesso è uno scontro – fra i papi del Novecento e la modernità, che l’autore traduce come la «volontà di autodeterminazione del soggetto», quasi sempre ostacolata dalla Chiesa cattolica, tranne in qualche occasione.

849f900b-f4be-40ad-acf3-a612f7771a87

“Leggere la Torà”, un libro della filosofa C. Chalier, allieva di E. Lévinas

il libro propone una possibilità di leggere la Bibbia che sia diversa dall’asetticità del metodo storico-critico elevato a totem, così come un allontanarsi da ogni lettura strumentale perché letteralista della parola di Dio. Il termine “lettura spirituale” è ciò che la Chalier propone, quasi facendo eco alle parole del padre della Chiesa Gregorio Magno, secondo il quale «la Scrittura cresce con chi la legge». «La lettura spirituale non si oppone alla ragione, non si rifà solo agli affetti, alla fantasia, al sogno o alla divagazione, incoraggia la ragione a mettersi all’ascolto di ciò che la trascende e di cui il linguaggio del libro è testimone».

libro-scola-copertina-postcristianesimo

“Postcristianesimo? Il malessere e le speranze dell’Occidente”: un libro del Card. Angelo Scola

L’esistenza è destinata a rimanere un enigma incomprensibile? Siamo condannati al vuoto della solitudine? Se c’è un Dio, perché tace? Sono le domande radicali che si pone l’uomo contemporaneo. La società postmoderna in Europa si è allontanata dal cristianesimo che non è più, sociologicamente, la religione civile dominante, ma non è ancora venuto il tempo del “Postcristianesimo”. Ancora oggi ci sono donne e uomini che continuano ad attendere l’Altro che venga loro incontro, liberandoli da se stessi e restituendoli a se stessi, continuando a salvarli con la sua esistenza. Da qui un percorso di ricerca che attraverso le pagine di questo libro affronta molte questioni cruciali del nostro tempo: il rapporto con Dio, la paradossale libertà che ci paralizza, il valore che oggi assume la testimonianza dei cristiani.

buonascuola

Varata definitivamente la legge su “La Buon scuola”: varati otto dei nuovi decreti della riforma della scuola

Il Consiglio dei ministri ha approvato in via definitiva gli otto decreti attuativi della legge 107 (Buona scuola). Nuove modalità per la maturità (dal 2019) e per diventare insegnanti. I provvedimenti ridisegnano anche l’istruzione professionale, prevedono nuove risorse per il diritto allo studio e introducono novità per l’educazione della fascia d’eta’ 0-6 anni, per le scuole all’estero e per l’inclusione degli alunni

0011630_annuario-pontificio-2017_282

La fotografia della Chiesa cattolica di oggi: dall’Annuario Pontificio 2017

I dati dell’Annuarium Statisticum Ecclesiae 2015 ci documentano che i cattolici nel mondo ammontano a 1.285 milioni. Globalmente, i cattolici nel mondo crescono dell’1% dal 2014 e del 7,4% rispetto al 2010. Crescono in cinque anni i cattolici dell’Asia e, soprattutto, dell’Africa (dal 15,5% al 17,3% di quelli mondiali), mentre cala il cattolicesimo europeo. Il continente americano rimane quello più cattolico. Aumenta il numero dei vescovi e dei diaconi, mentre calano i sacerdoti invertendo il trend crescente che ha caratterizzato gli anni dal 2000 al 2014. Il paese più cattolico del mondo rimane il Brasile, seguito da Messico, Filippine, Usa, Italia, Francia, Colombia, Spagna, Repubblica Democratica del Congo e Argentina.

9788862506472B

“La Chiesa dei poveri. Dal Concilio Vaticano II a papa Francesco”: per capire le radici del cambiamento di oggi nella chiesa

L’avvento al soglio papale di Francesco ha significato, già dalla scelta del nome, una ripresa del programma «per una Chiesa povera e per i poveri», lanciato da Giovanni XXIII nell’ambito del Concilio Vaticano II. Un’idea, quella della Chiesa dei poveri, che ha attraversato la storia di questi ultimi 50 anni, influenzando le scelte politiche di Stati e nazioni, e determinato l’atteggiamento a volte sorprendente delle gerarchie ecclesiastiche nei confronti dei movimenti rivoluzionari nei paesi in via di sviluppo.