Menu

Media

Prodigioso-spaghetto-volante

“Spaghetti volanti e monasteri virtuali: le religioni nella rete” – intervista al sociologo V.Pace

Il web sta facendo sparire il principio di autorità delle religioni: non c’è più una verità assoluta e delle chiese a garantire la fedeltà a contenuti rivelati. Chiunque può farsi la sua religione, dire la propria e interagire con gli altri alla ricerca di una risposta al proprio bisogno di spiritualità. E’ uno dei risultati delle ricerche di Vincenzo Pace, professore di sociologia generale, della religione e teorie della complessità presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Padova che sarà a Trento giovedì 20 aprile alle ore 17 nella sede della Fondazione B. Kessler (Via Santa Croce 77) per parlare di “Spaghetti volanti e monasteri virtuali: le religioni nella rete”.

verstasarkkitehd

“La scuola finlandese del dialogo”: focus di Tuttoscuola sui nuovi modelli di scuola – webinar 30 marzo ore 18

In questo Webinar verrà presentato l’approccio dialogico tipico della scuola finlandese e, in particolare, l’Early Open Cooperation (EOC): assumere, in modo anticipatorio, aperto, condiviso, partecipato e cooperativo le “preoccupazioni”. L’approccio dialogico è un approccio generativo che rappresenta una opportunità e al contempo una sfida per la scuola italiana.

locandina

“God’s not dead 2”: un film sulla difesa del diritto alla libertà di espressione e di opinione

Il film GOD’S NOT DEAD 2 è ispirato a una causa legale reale e affronta il delicato tema della difesa del diritto alla libertà di espressione e di opinione, mostrando un quadro di insidiosa discriminazione ideologica.

a sinistra don francesco vitari assistente diocesano dell'azione cattolica ragazzi e il card. c.m. martini

«Vedete, sono uno di voi»: documentario di Olmi sul Cardinal Martini

Il documentario “vedete, sono uno di voi”, speciale anteprima tenuta nel Duomo di Milano, è dedicato alla complessa figura del cardinale Carlo Maria Martini, e al suo straordinario messaggio di speranza, in occasione del novantesimo anniversario della sua nascita, il film è una produzione Istituto Luce Cinecittà, con Rai Cinema, e sarà nelle sale a inizio marzo.

unnamed

“Bambini si diventa”: proiezione del film, incontro con i registi: Fondazione Golinelli

Un racconto accurato e attento sulle opportunità e le offerte che Bologna riserva ai suoi bambini, di oggi e di domani. In occasione del loro ultimo film “Bambini si diventa. Gli anni che contano” (Giostra Film, 2016), proiezione e incontro con i registi. L’incontro fa parte di “Crescere, che fatica”, ciclo di appuntamenti sui temi di educazione genitoriale, psicologia dello sviluppo, apprendimento e crescita dei bambini e dei ragazzi, promosso da Fondazione Golinelli e AISMI Associazione per la Salute Mentale Infantile.

casaperferie_00

Convegno in Streaming: “La Pedagogia ermeneutica esistenziale oggi” – Roma 11-12 febbraio 2017

Dalle ore 9,00, cliccando sul link interno all’articolo, si possono seguire in diretta le relazioni del convegno “La Pedagogia ermeneutica esistenziale oggi. In memoria di Zelindo Trenti”, Roma – 11-12 febbraio 2016.

ultimi-ape_2900471-630x354

“Gli ultimi”: restaurato e in dvd il film di D.M. Turoldo

La Cineteca del Friuli ha restaurato e presentato al pubblico a Udine un vecchio film del 1962/63, Gli ultimi, scritto e diretto da padre David M. Turoldo e da Vito Pandolfi. Ci parla degli anni del fascismo, dell’emigrazione verso le miniere del Belgio, della Grande Crisi americana i cui effetti giungevano pesantemente anche da noi. Gli anni di un mondo contadino povero o poverissimo, di braccianti del feudo, al Sud, e di piccoli proprietari o affittuari o braccianti al Nord, dal Piemonte al Veneto alla Romagna. Film austero, povero, ma di un’intima e fortissima luce, Gli ultimi evoca un’infanzia nel contesto di una famiglia e di un ambiente sociale e naturale aspri e difficili.

images

I social network nell’educazione: Basi teoriche, modelli applicativi e linee guida – Erikson

Le autrici sottolineano e sviluppano il risvolto potenzialmente positivo dei socialnetwork: conoscere queste tecnologie e comprendere i meccanismi con i quali esse si insediano stabilmente nei processi comunicativi dei giovani, vuol dire entrare negli ingranaggi del loro modo di vedere, pensare, apprendere il mondo. Qui si apre lo spazio per una didattica nuova – non condiscendente – ma al passo coi tempi nella misura in cui sa rendere digeribili le solite, buone, vecchie cose agli stomaci dei nativi digitali, tutt’affatto e innegabilmente nuovi.

mv5bota4ymmwzdatodcyos00nzq1ltlinwmtmtfkodlhnze4zwqyl2ltywdll2ltywdlxkeyxkfqcgdeqxvynji3mtixnze-_v1_sx1777_cr001777999_al_

“Silence”: un film sulla fede di Martin Scorsese

Silence è un film del 2016 diretto da Martin Scorsese, che vede protagonisti gli attori Andrew Garfield, Adam Driver e Liam Neeson nei panni di tre padri gesuiti perseguitati in Giappone a causa della loro fede cristiana. Il film è tratto dal romanzo storico Silenzio dello scrittore giapponese Shūsaku Endō, che ripropone appunto le persecuzioni subite dai cristiani durante il periodo Tokugawa nella prima metà del XVII secolo in Giappone

turoldo2

“Padre Turoldo, il poeta di Dio”: un documentario di Rai Cultura – 22 novembre 2016

Turoldo rappresentò negli anni del secondo dopoguerra un punto di riferimento della parte moderna della Chiesa”. In occasione del centenario della nascita, Rai Cultura dedica a lui il documentario di Antonia Pillosio, in onda martedì 22 novembre alle 22.10 su Rai Storia, per il ciclo “Italiani”.

59262_ppl

The Young Pope: un’opera visionaria e spiazzante della filmografia sorrentiniana

L’ultimo grande film di Paolo Sorrentino trasmesso per Sky nella forma del serial televisivo racconta la vicenda del giovane papa, Pio XIII, interpretato da un intensissimo Jude Law, nominato inaspettatamente dal Conclave erede di San Pietro. La narrazione di Sorrentino si svolge sullo sfondo della triste fenomenologia della degradazione morale del clero e delle sue gerarchie vaticane, dei giochi di potere, del cinismo e del carrierismo narcisistico.

55437_ppl

“Agnus Dei”: un film terapeutico sulla violenza verso le donne – di Anne Fontaine

Il film narra la storia di Madeleine Pauliac, giovane medico della Croce Rossa francese che nella Polonia devastata dalla guerra e dall’avanzata sovietica aiutò a partorire e a guarire dal senso di vergogna le suore di un convento benedettino impunemente violentate da soldati brutali. Un racconto intimo, che appare come la fotografia di un angolo di privato osservato con timido pudore e rappresentato nel rispetto di personaggi che non perdono mai la loro dignità. Un film sulla condizione umana, sulla fragilità, sulla trasgressione e perfino sulla fede, fonte ora di pacata serenità, ora di incertezza e dolorosa accettazione.

il-vangelo-secondo-leonard-cohen-165

“Il vangelo secondo Leonard Cohen. Il lungo esilio di un canadese errante”: un libro di B. Salvarani, O. Semellini

Il testo che presentiamo ci parla di Leonard Cohen, scomparso in questi giorni a ottantadue anni. Ci sono alcuni artisti che hanno trattato con un mezzo apparentemente facile e popolare come la canzone le tematiche proposte dai testi sacri; ce ne sono altri, in misura minore, che ne hanno felicemente fatto un fondamento della loro poetica in musica, arrivando al cuore del proprio pubblico. Tra questi c’é sicuramente Leonard Cohen.

il_profumo_del_tempo_delle_favole_01-tif

“Il profumo del tempo delle favole”: un film sulla fede – di M. Caputo

Giorgio Pressburger è un ebreo ungherese braccato dai nazisti e poi riparato in Italia durante l’invasione sovietica del ’56. Il suo libro Sulla fede — da cui il regista Mauro Caputo ha tratto il film “Il profumo del tempo delle favole” — è nato da una domanda: «Il mondo è diviso in fazioni che si massacrano, uccidono i bambini. Se siamo responsabili di ciascun essere umano, perché ci comportiamo così?». Il film è una ricerca, tra dubbi e tormenti, dei segni della propria fede, mettendo a nudo la sua esperienza, scardinando certezze e false ipocrisie, entrando nelle pieghe più nascoste della mente umana

img_1054-ktyb-u43230437938403lod-656x492corriere-web-sezioni

Francesco nella letteratura e nel cinema più recenti

Pescando nella bibliografia di questi ultimi mesi, ci imbattiamo in una serie variegata di testi, in particolare quelli pubblicati dalle Edizioni Biblioteca Francescana (www.bibliotecafrancescana.it): Jacques Dalarun, Il Cantico di frate Sole; Jacques Dalarun, La Vita ritrovata del beatissimo Francesco; Daniele Salvi, Uomini celesti e angeli terrestri. Una lettura francescana dei Fioretti; Paul Sabatier, Vita di san Francesco d’Assisi .
L’ultimo film su Francesco: “Il sogno di Francesco” ,di Renaud Fély e Arnaud Louvet, rifiuta il candore rosselliniano-felliniano-pasoliniano, la tensione cavaniana, ma anche l’agiografia “saint-sulpicienne” alla Zeffirelli e si accuccia soddisfatto nella logica tra didascalica e attualizzante delle versioni televisive e del loro linguaggio, più leccato che ispirato, irrimediabilmente segnati dall’appartenenza a questa nostra epoca.

images

73.ma Mostra di Venezia: donne e madri diverse nel cinema

La 73esima edizione della Mostra del Cinema ha messo in concorso numerosi film con al centro personaggi femminili alle prese con problematiche di grande attualità non ultimo il tema della fertilità. Donne sole al comando, o a perno dei rapporti di coppia, o punto di equilibrio di famiglie difficili. Nonché madri in divenire, alle prese con gravidanze strane e complicate, spinte a riflettere sul rapporto complicato tra femminilità e maternità.

no_border_slider_home3

“No Borders”: un documentario per raccontare la solidarietà e le ragioni dei migranti

“No Borders”, primo documentario italiano in Realtà Virtuale, diretto da Haider Rashid e di cui Elio Germano è narratore ed intervistatore, esplora la crisi dei migranti in Italia.
Documentando l’esperienza dei volontari e degli spazi autogestiti dedicati all’accoglienza, il film si muove tra il Centro Baobab di Roma – dove molti migranti che transitano per la capitale si fermano nel loro tragitto verso nord – ed il presidio No Borders di Ventimiglia, città di frontiera diventata ormai simbolo dell’emergenza migranti e della lotta contro la chiusura delle frontiere. Elio Germano, attore, rapper ed attivista sociale, fa da narratore in questo percorso di scoperta, cercando di andare oltre alla propaganda politica di sfruttamento del fenomeno migratorio, per riuscire ad esporre le ragioni profonde che spingono centinaia di migliaia di donne e uomini a sfidare la morte pur di abbandonare guerre e miserie.

il_sogno_di_francesco_-_manifesto_-_copia

“Il sogno di Francesco”: il nuovo film sul Poverello di Assisi

San Francesco, spettinato, dal volto sporco e ribelle, sorride mentre un uccellino gli si posa sulla grezza stoffa del saio. Così si apre il trailer de Il sogno di Francesco, il nuovo film sul Poverello in uscita nelle sale il 6 ottobre prodotto da Aeternam Films e distribuito da Parthénos, interpretato da Elio Germano. All’alba del XIII secolo Francesco d’Assisi con la sua vita semplice e il suo spirito di fratellanza affascina i poveri e disturba i potenti della Chiesa. Il rifiuto da parte di Innocenzo III di approvare la prima versione della Regola mette i fratelli in grande difficoltà. L’amico fraterno Elia da Cortona guida il difficile dialogo tra la confraternita e il Papato per ottenere il riconoscimento dell’Ordine accettando di redigere una nuova Regola.

ecce-ancilla

Vie della bellezza:”Ecce Ancilla. Domini”. Percorsi didattici sull’Annunciazione tra passato e presente

“Ecce Ancilla. Domini”. Percorsi didattici sull’Annunciazione tra passato e presente. A cura di Giuliana Migliorini, Barbara Pandolfi, Luca Paolini, è un DVD realizzato con il sostegno della Conferenza Episcopale Toscana e realizzato con la collaborazione di SEI.

images

Libri digitali: nelle scuole italiane stentano a decollare

L’1% dei libri usati a scuola è esclusivamente digitale. La maggior parte è mista, ma solo due ragazzi su dieci accedono online ai contenuti multimediali. «Poche aule digitali», dicono gli editori. Il Miur nega. E c’è anche un problema di piattaforme