• 10/08/2020
  
ERMES EDUCATION

Capire il cambiamento

Rivista di Pedagogia Ermeneutica Esistenziale
Les Miserables

I Miserabili, è un film diretto da Ladj Ly, che segue la storia di Stéphane (Damien Bonnard), un agente di polizia che si trasferisce dal comune francese Cherourg a Montfermeil, nella periferia di Parigi. Stéphane si integra facilmente nella comunità del piccolo centro e viene inserito nella squadra anti-crimine al fianco dei colleghi Chris (Alexis Manenti) e Gwada (Djibril Zonga), due poliziotti esperti e dai metodi non convenzionali.
Capisce fin da subito quanto la situazione tra le gang del quartiere sia tesa e fragile, una bomba ad orologeria pronta ad esplodere. La goccia che fa traboccare il vaso è il furto di un leoncino che viene rapito da un circo, a cui segue un incomprensibile violenza nei confronti di un bambino, mentre tutto viene ripreso da un drone a cui molti inizieranno a dare la caccia per cancellare le prove.
Stéphane si troverà costretto a sporcarsi le mani e gli occhi, invischiato in prima persona nelle miserie dei bassifondi, polveriera di violenza e criminalità, e comprenderà le difficoltà della polizia nel mantenere la pace e l’ordine seguendo il sentiero della legalità.

 

Descrizione

Data di uscita: 30 gennaio 2020
Genere:Drammatico
Anno:2019
Regia:Ladj Ly
Paese:Francia
Durata:102 min
Distribuzione:Lucky Red
Produzione:Lily Films, Rectangle Productions, Srab Films

 

PANORAMICA SU I MISERABILI

Presentato in concorso al Festival di Cannes del 2019, dove ha vinto il Premio della GiuriaI Miserabili è il primo film lungometraggio da regista del francese quarantenne Ladj Ly, filmmaker che lo ha realizzato a partire da un suo cortometraggio omonimo del 2017 che aveva ottenuto numerosi riconoscimenti (in particolare al prestigioso Festival internazionale del cortometraggio di Clermont-Ferrand) e una nomination al César per il miglior cortometraggio nel 2018. Ly, i cui genitori sono originari del Mali, è sempre vissuto a Montfermeil, comune francese di 24.951 abitanti situato nel dipartimento della Senna-Saint-Denis, noto soprattutto per essere la cittadina dove ha sede “Al sergente di Waterloo”, la locanda dei Thénardier raccontata da Victor Hugo nel suo famosissimo romanzo “I miserabili”. Proprio da qui, il titolo del film.

Da sempre Montfermeil e le sue problematiche sociali sono al centro del lavoro registico di Ladj Ly, che vi ha girato diversi videoclip e il suo documentario 365 jours à Clichy-Montfermeil, girato dopo le rivolte avvenute nelle banlieu francesi nel 2005.
Sempre nella sua città, nel 2018, il regista ha fondato una scuola di cinema gratuita all’interno degli Ateliers Médicis, chiamata Kourtrajmé13.
I primi passi nel mondo del video e del cinema li ha mossi assieme ad altri cineasti ed artisti come Kim Chapiron, Romain Gavras, JR, e il collettivo Kourtrajmé.
Nel 2016 ha co-diretto, assieme a Stéphane De Freitas, il documentario A voce alta – La forza della parola.

I Miserabili, che ha Cannes ha vinto anche il Prix CST destinato ad un artista-tecnico, andato a pari merito a Flora Volpelière per il montaggio e a Julien Poupard per la fotografia – è anche il film che è stato scelto per rappresentare la Francia ai Premi Oscar del 2020, concorrendo nella categoria per il miglior film internazionale. In patria, dove è uscito nel 2019, il film è stato visto da oltre un milione e 700mila spettatori, divenendo il maggior successo di pubblico di Le Pacte, la società fondata da Jean Labadie che l’ha distribuito nei cinema.
Acclamato dalla critica, I Miserabili, secondo il Sunday Journal, ha colpito così tanto il Presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron da spingerlo a chiedere al governo di affrettarsi per trovare idee e agire per migliorare le condizioni di vita in quei quartieri e in quartieri analoghi in tutta la Francia.

 

CURIOSITÀ SU I MISERABILI

Les Misérables è ispirato alle sommosse di Parigi avvenute nel 2005 e ad altri eventi realmente accaduti, nonché sull’omonimo cortometraggio girato dallo stesso Ladj Ly nel 2017.
Il regista Ly, nato e cresciuto nel sobborgo parigino di Monfermeil, ha voluto raccontare con crudo realismo il degrado sociale che spesso caratterizza le periferie urbane.
Il titolo vuole essere un tributo all‘omonimo romanzo di Victor Hugo, ambientato nella stessa Monfermeil dove i protagonisti, sebbene mossi da situazioni e valori differenti, cercano il riscatto da una vita “da miserabili”.
La pellicola è stata presentata in concorso al Festival di Cannes 2019, vincendo il Premio della giuria.

 

I Miserabili: trailer in italiano del film

https://www.mymovies.it/film/2019/i-miserabili/news/il-trailer-italiano-del-film-hd/