Menu

Dialogo inter-religioso

I grandi fenomeni migratori e l’inevitabile confronto-scontro tra culture diverse che ne consegue, rendono il dialogo inter-religioso una necessaria opportunità per la costruzione di una convivenza pacifica e costruttiva. Si moltiplicano, ogni giorno di più, le occasioni di incontro religioso e l’educazione deve svolgere un compito  insostituibile.  Questa rubrica intende fornire all’educatore una documentazione aggiornata che gli consenta di conoscere e valutare i fatti per assumere una posizione equilibrata.

ISCRIVITI AL FORUM

LOGIN

NUOVA DISCUSSIONE

DISCUSSIONI ATTIVE

 

Prodigioso-spaghetto-volante

“Spaghetti volanti e monasteri virtuali: le religioni nella rete” – intervista al sociologo V.Pace

Il web sta facendo sparire il principio di autorità delle religioni: non c’è più una verità assoluta e delle chiese a garantire la fedeltà a contenuti rivelati. Chiunque può farsi la sua religione, dire la propria e interagire con gli altri alla ricerca di una risposta al proprio bisogno di spiritualità. E’ uno dei risultati delle ricerche di Vincenzo Pace, professore di sociologia generale, della religione e teorie della complessità presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Padova che sarà a Trento giovedì 20 aprile alle ore 17 nella sede della Fondazione B. Kessler (Via Santa Croce 77) per parlare di “Spaghetti volanti e monasteri virtuali: le religioni nella rete”.

libro-scola-copertina-postcristianesimo

“Postcristianesimo? Il malessere e le speranze dell’Occidente”: un libro del Card. Angelo Scola

L’esistenza è destinata a rimanere un enigma incomprensibile? Siamo condannati al vuoto della solitudine? Se c’è un Dio, perché tace? Sono le domande radicali che si pone l’uomo contemporaneo. La società postmoderna in Europa si è allontanata dal cristianesimo che non è più, sociologicamente, la religione civile dominante, ma non è ancora venuto il tempo del “Postcristianesimo”. Ancora oggi ci sono donne e uomini che continuano ad attendere l’Altro che venga loro incontro, liberandoli da se stessi e restituendoli a se stessi, continuando a salvarli con la sua esistenza. Da qui un percorso di ricerca che attraverso le pagine di questo libro affronta molte questioni cruciali del nostro tempo: il rapporto con Dio, la paradossale libertà che ci paralizza, il valore che oggi assume la testimonianza dei cristiani.

image

“I crocifissi di oggi e il Crocifisso di ieri”: meditazione pasquale del teologo brasiliano Leonardo Boff

Oggi la maggior parte dell’umanità vive crocifissa dalla povertà, dalla fame, dalla scarsità d’acqua e dalla disoccupazione. Crocifissa è anche la natura lacerata dall’avidità industriale che si rifiuta di accettare limiti. Crocifissa è la Madre Terra, esausta fino al punto di perdere il suo equilibrio interiore, evidenziato dal riscaldamento globale. Il Venerdì Santo continua, ma non ha l’ultima parola.
La risurrezione, come irruzione dell’essere nuovo è la grande risposta del Padre e la promessa per tutti noi.

9788837230722_0_0_1472_80

Dio in programma. Scuola e religioni nell’Europa unita (1957-2017): un libro di Flavio Pajer

Il volume presenta una ricognizione sui sistemi educativi del continente, utile per rintracciare le fasi dell’evoluzione subita dagli insegnamenti in materia di religione, ma anche per individuare, oltre il mosaico dei modelli didattici, le ragioni delle politiche educative adottate da governi, Chiese, associazioni religiose e filosofiche e organismi dell’Europa unita, per negoziare, promuovere, gestire una “cultura religiosa” a misura della scuola pubblica, che deve educare alla nuova cittadinanza in contesti di multireligiosità.

47e9e3e5f7d785ee2a0c1c703c6c563c

“Lutero 500 anni dopo”: Convegno Internazionale di Studio – Roma 29 – 31 marzo

il Pontificio Comitato di Scienze Storiche ha organizzato il Convegno Internazionale di Studio sul tema: Lutero 500 anni dopo. Una rilettura della Riforma luterana nel suo contesto storico ecclesiale, che avrà luogo nell’Istituto di Maria SS.ma Bambina a -. Si tratta di «una rilettura storica ed ecclesiale degli eventi che hanno portato alla riforma all’interno della Chiesa. Cioè vedere qual è il contesto storico ed ecclesiale in cui è vissuto Lutero, perché senza questa conoscenza non si può capire quello che è successo dopo in tutto il continente europeo».

z52bZhnK24Jv_s4

“Fine corsa. La crisi del cristianesimo come religione confessionale”: un libro del sociologo Luca Diotallevi

La crisi della forma confessionale del cristianesimo può essere assunta come punto di partenza per comprendere il quadro attuale. In questo contesto si apre la possibilità di esplorare le espressioni di insoddisfazione nei confronti della riduzione confessionale del cristianesimo, cogliere i segnali che invocano una ripresa della forma ecclesiale e approfondire le crescenti difficoltà delle Chiese a influenzare processi extrareligiosi.

0

“Teologia e postcristianesimo Un percorso interdisciplinare”: un libro del teologo Carmelo Dotolo

La fede – e la teologia che la interpreta – hanno ancora un futuro? A quali condizioni possono uscire dalla marginalità o dall’irrilevanza? Se l’attuale condizione della cultura è definibile come “post-cristiana”, i credenti hanno comunque una responsabilità: quella di dialogare con il loro tempo. Mentre navigano nella vita insieme agli altri, collaborano a rispondere agli interrogativi e alle attese di ogni essere umano. La sfida è dare risposte significative, incisive, per i contemporanei. Questo libro spiega come.

imago_mundi_76447-755x491

Capire il cambiamento ecclesiale: lasciare la difesa delle formule dottrinali verso un’offerta libera, processuale e relazionale del Vangelo

Dall’enunciazione e della comunicazione, del contenuto dogmatico della fede cristiana, si passa a una concezione processuale e relazionale, incentrata sull’offerta del Vangelo di Dio che implica il riconoscimento della libertà. La Parola di Dio procede nelle coscienze. Avviene sempre nuovamente. Da qui scaturiscono conseguenze profonde sul piano della figura della Chiesa e del suo rapporto col mondo.

ft_nativita-natale

Che Natale sarà? : una riflessione storica e spirituale – Maria de falco Marotta

Il Natale è ormai calpestato dal consumismo, è preponderante e diffusissima la forzata equivalenza Natale=regali. Moltissimi hanno smarrito il significato del Natale, riducendolo ai “doverosi” scambi di auguri e regali. Per costoro Natale non è una festa religiosa, ma ormai imbevuta di consumismo, panettoni e luci varie, si è trasformata in un periodo buono per fare acquisti e ricevere regali. Riportiamo due brani che ci indurranno a meditare, a pensare al Natale come un dono di Dio all’umanità ancora sofferente e “sperduta” dai troppi intrallazzi politici e sociali e a pensare che il Natale è segno di amore e benevolenza verso tutti.

false-testimonianze_large

“False testimonianze”: Come smascherare alcuni secoli di storia anticattolica – un libro dello storico Rodney Stark

L’autore smonta una dopo l’altra le «colpe» del cattolicesimo: l’antisemitismo, le crociate, l’oscurantismo che soffocò il Medioevo, l’Inquisizione, lo scontro con la scienza, l’accettazione della schiavitù, la predilezione per i regimi tirannici, l’opposizione al capitalismo e, più in generale, alla modernità.
Lungi dall’essere un’opera apologetica, l’analisi di Stark – storico protestante, legato alla Baylor University, la più grande università battista del mondo – si fonda su una scrupolosa ricerca e su un’accurata disamina delle fonti e degli eventi, e in relazione a ciascuno dei miti anticattolici più radicati mostra come la menzogna si sia inesorabilmente trasformata in verità.