• Italia, Roma
  • 18/06/2019

“Crisi e rinnovamento tra mondo classico e cristianesimo antico”: un libro di A.M. Mazzanti

Il contesto contemporaneo sembra essere definito dal termine “crisi”. Il vocabolo che è attribuito a fenomeni diversificati sembra nel contempo individuare un uniforme significato negativo. Le scienze sociali, considerando la crisi …

“Pionieri per fare la differenza”: Corso di formazione teorico-pratica su educazione affettiva sessuale e accoglienza delle diversità – Roma 23-25 novembre 2018.

UCIIM – PIONERR – CeRFEE Zelindo Trenti Corso di aggiornamento per insegnanti ed educatori della secondaria I° grado A SCUOLA DI EMOZIONI Percorso di alfabetizzazione emotiva per insegnanti Roma 13 ottobre 2018   …

“Siate coraggiosi!”: intervista a Jürgen Moltmann, a cura di Hannes Leitlein

Il professor Jürgen Moltmann ha lasciato il segno nella teologia del periodo successivo al 1945 come pochi altri. Ancora 55 anni dopo la pubblicazione del suo “Teologia della Speranza”, il novantaduenne si mostra ricco di fiducia. Un dialogo su coraggio, liberazione, profezia e su una macchina da scrivere da viaggio.

“Voi chi dite che io sia?”: Storia di un profeta ebreo di nome Gesù – di G. Jossa

” Il libro è un originale, documentatissimo e avvincente percorso alla scoperta della evoluzione terrena di Gesù, da una tappa all’altra, tra successi e fallimenti, fino all’epilogo del processo e della condanna. L’autore ha colto nella vita pubblica di Gesù uno sviluppo dinamico, una storia con delle svolte sostanziali legate alle principali tappe della vita pubblica .”

Lo smartphone tornerà tra i banchi: abolita la proibizione

La scuola ci ripensa: lo smartphone tornerà tra i banchi. Di fronte alla mole di investimenti del governo, il divieto di uso dei cellulari durante le attività didattiche previsto dalla direttiva del Miur del 2007 rappresenta un controsenso.
Saranno proprio i telefonini dei ragazzi i protagonisti di questa rivoluzione che dovrebbe gradualmente sostituire i libri e altri materiali didattici tradizionali.

Francesco “oltre” e “altrove”: alla radice del conflitto di interpretazioni

Se cerchiamo di prendere la distanza dalle polemiche che dopo Amoris Laetitia si sono intrecciate nel corpo ecclesiale e cerchiamo di valutare con pacatezza il dibattito che ne è scaturito, possiamo notare che un duplice fronte tende a “parafrasare Francesco”, secondo una logica antitetica: alcuni leggono Francesco “come se nulla fosse”, altri come se “nulla fosse come prima”.
Allora potrebbe essere utile comprendere come funziona questo“riflesso condizionato” della interpretazione cattolica del papato di Francesco e come possiamo comprendere il “vero Francesco”.

La Polonia cattolica di fronte al cambiamento e alle nuove opportunità

Come è cambiata la sensibilità della Polonia cattolica dopo la morte di Giovanni Paolo II, con l’avvento del nuovo magistero di papa Francesco e di una nuova classe politica?
Dalle risposte del cardinale Kazimierz Nycz, 66 anni, dal 2007 arcivescovo di Varsavia si può percepire il senso di una nuova sensibilità che conserva, nonostante le inevitabili trasformazioni avvenute nel tempo, un radicamento profondo nella tradizione polacca. In questa intervista, il cardinale racconta come è stata accolta l’esortazione Amoris laetitia, com’è visto Papa Francesco e invita i giovani a non avere paura e a partecipare alla GMG di Cracovia.

Il concilio panortodosso: intervista al metropolita Chrysostomos Savatos

Quello del Sinodo del Patriarcato ecumenico non è un pronunciamento canonicamente vincolante per le altre Chiese ortodosse. Ma si pone comunque come un forte richiamo rivolto a tutti i capi delle Chiese ortodosse per una condivisa assunzione di responsabilità. La Sede costantinopolitana continua a considerare fondamentale che il Concilio panortodosso atteso da secoli si realizzi, come gesto eloquente dell’unità ortodossa da confessare davanti al mondo e ai suoi problemi.

Il Ramadam del sindaco di Londra: condividerò con la città mio Ramadan – Sadiq Khan

I personaggi pubblici musulmani hanno un ruolo preciso: rassicurare, dimostrare che siamo gente a posto. Non perché siamo più responsabili, ma perché siamo più efficienti. Non serve gridarlo, bisogna condividere le esperienze. La nostra città è la più eterogenea del mondo ma le persone non si mescolano quanto potrebbero. Voglio che la gente possa sentirsi parte di un insieme.

La difficoltà dei movimenti ecclesiali al tempo di papa Francesco: cosa succede?

La questione della flessione dei movimenti ecclesiali è di grande importanza non solo per chi partecipa a gruppi ecclesiali, ma più in generale per tutta quella parte del Popolo di Dio che chiamiamo laici. Le associazioni che in passato fornivano un laicato preparato a compiti non solo parrocchiali sono da tempo in crisi e non hanno saputo finora davvero reinventarsi. Di fatto l’azione pastorale della chiesa coincide sempre di più con l’ampiezza dei soli confini parrocchiali. E la diocesi di solito non è che la somma della vita delle parrocchie.

Felicità, privilegio per tutti: intervista a Zygmunt Bauman

L’epicurea assenza di turbamenti. L’agostiniana conferma di merito e virtù. Il benthamiano appagamento del Sé nel soddisfacimento del bisogno dell’Altro. Fino ad arrivare al riconoscimento civile e politico di un diritto …

I migranti sono stati e possono diventare portatori di ricchezza

La “xenologia” è un nuovo campo di studio per lo sviluppo di una storiografia spinta a diventare non più il sapere egoista di culture chiuse ma scienza dell’alterità. Il contesto in cui viviamo è tale da mettere fuori uso l’idea della storia come percorso ascensionale, progressivo della civiltà europea. Tuttavia dallo studio di altre migrazioni di popoli accadute nel passato emergono constatazioni che possono avere qualche interesse per le discussioni attuali: per esempio quella sui conflitti delle cosiddette “identità”.

“La casa fondata sulla roccia. L’etica evangelica tra radicalità e misericordia”: un libro di Giannino Piana

L’etica, che ha origine dalla loro confluenza, deve dunque misurarsi con il variare delle situazioni, ma deve anche radicarsi in valori irrinunciabili che fanno di essa una “casa sulla roccia”. A tale visione si ispira questo volume, che, partendo dagli orizzonti biblico-teologici e dai presupposti filosofici della ricerca morale, giunge a delineare alcune attitudini virtuose e ad affrontare alcuni significativi nodo critici, coniugando radicalità evangelica e misericordia.