• Italia, Roma
  • 18/06/2019

“Crisi e rinnovamento tra mondo classico e cristianesimo antico”: un libro di A.M. Mazzanti

Il contesto contemporaneo sembra essere definito dal termine “crisi”. Il vocabolo che è attribuito a fenomeni diversificati sembra nel contempo individuare un uniforme significato negativo. Le scienze sociali, considerando la crisi …

“Pionieri per fare la differenza”: Corso di formazione teorico-pratica su educazione affettiva sessuale e accoglienza delle diversità – Roma 23-25 novembre 2018.

UCIIM – PIONERR – CeRFEE Zelindo Trenti Corso di aggiornamento per insegnanti ed educatori della secondaria I° grado A SCUOLA DI EMOZIONI Percorso di alfabetizzazione emotiva per insegnanti Roma 13 ottobre 2018   …

“Siate coraggiosi!”: intervista a Jürgen Moltmann, a cura di Hannes Leitlein

Il professor Jürgen Moltmann ha lasciato il segno nella teologia del periodo successivo al 1945 come pochi altri. Ancora 55 anni dopo la pubblicazione del suo “Teologia della Speranza”, il novantaduenne si mostra ricco di fiducia. Un dialogo su coraggio, liberazione, profezia e su una macchina da scrivere da viaggio.

“Voi chi dite che io sia?”: Storia di un profeta ebreo di nome Gesù – di G. Jossa

” Il libro è un originale, documentatissimo e avvincente percorso alla scoperta della evoluzione terrena di Gesù, da una tappa all’altra, tra successi e fallimenti, fino all’epilogo del processo e della condanna. L’autore ha colto nella vita pubblica di Gesù uno sviluppo dinamico, una storia con delle svolte sostanziali legate alle principali tappe della vita pubblica .”

Ut unum sint: riflessioni per capire il nuovo ecumenismo

Non si deve certo dimenticare che l’attuale primavera affonda le sue radici nel lungo cammino ecumenico del secolo scorso che in questi ultimi decenni si è andato progressivamente intensificando. L’attuale insperata apertura è stata determinata non solo dalle scelte ardite di papa Francesco, ma anche dal diffondersi generalizzato di persecuzioni contro i cristiani di ogni confessione. L’ecumenismo del sangue, come lo chiama papa Francesco, continua a unire sempre più i fedeli cristiani in un’unica testimonianza di fede, al di la delle barriere dogmatiche e delle incomprensioni sedimentate lungo i secoli.

“Introduzione alla dottrina sociale della Chiesa”: di Bartolomeo Sorge

Un corposo lavoro di oltre 500 pagine suddiviso in maniera sistematica in quattro sezioni: il discorso sociale della Chiesa, la proposta sociale della Chiesa, la presenza sociale della Chiesa, dibattiti di attualità, oltre alla citata appendice sulla svolta di papa Francesco. Dal Vangelo al discorso sociale, Sorge ripensa il concetto di laicità e responsabilità. Tutta da scoprire la sezione dedicata ai dibattiti caldi di oggi: economia, guerra, terrorismo, pena di morte, dimensione etica della ricerca e biotecnologie in particolare, islam e cristianesimo in Europa, politica e valori, i temi della Laudato Si’.

Un passo avanti nell’ecumenismo: papa Francesco incontra per la prima volta Kirill il Patriarca di Mosca e di tutte le Russie

Papa Francesco incontrerà il 12 febbraio a Cuba il Patriarca di Mosca e di tutte le Russie Kirill. Un abbraccio mai avvenuto prima. Il Patriarca russo Kirill ha giurisdizione su due terzi dei duecento milioni di ortodossi nel mondo. L’abbraccio con Francesco è un nuovo importante passo verso il disgelo, destinato ad avere conseguenze non soltanto attinenti ai rapporti tra cattolicesimo e ortodossia, ma anche per la pace nel mondo.

“Resistenti”: testimoni del nostro tempo – un libro di Tzvetan Todorov

Con Resistenti, Tzvetan Todorov racconta la passione civile e i destini di otto dissidenti esemplari e indomiti ribelli: Etty Hillesum, la giovane deportata ad Auschwitz, l’oppositrice antinazista Germaine Tillion, i grandi scrittori russi Boris Pasternak e Aleksandr Solženicyn, i paladini dei diritti dei neri Nelson Mandela e Malcolm X, il pacifista israeliano David Shulman, Edward Snowden, che denuncia le infrazioni dei governi.
Un’analisi lucida e appassionata delle questioni politiche più significative dei nostri giorni.

“L’uomo del futuro”: don Lorenzo Milani – E. Affinati

Il libro è frutto di indagini e perlustrazioni appassionate, tese a legittimare non soltanto la storia dell’uomo con le testimonianze di chi lo frequentò. L’autore ha cercato l’eredità spirituale di don Lorenzo nelle contrade del pianeta dove alcuni educatori isolati, insieme ai loro alunni, senza sapere chi egli fosse, lo fanno rivivere ogni giorno: dai maestri di villaggio, ai teppisti berlinesi; dagli adolescenti arabi, agli italiani di Ellis Island; dalle suore di Pechino e Benares, ai piccoli rapinatori messicani, ai renitenti alla leva russi, ai ragazzi di Hiroshima, fino ai preti romani, che non sembrano aver dimenticato la severa lezione impartita dal priore.

A dieci anni dal martirio di don Andrea Santoro: la persecuzione contro i cristiani dura tuttora.

Don Andrea era un semplice sacerdote “fidei bonum” della diocesi di Roma, donato temporaneamente alla Chiesa cattolica dell’Anatolia. In questa regione il 3 giugno 2010 fu ucciso dal suo autista anche monsignore Luigi Padovese, capo della Chiesa cattolica di Anatolia. Quel vortice di vento e di violenza si respira, ancora oggi, a pieni polmoni sulle strade e nei vicoli di questa parte meno battuta e più sfuggente della Turchia.

Safer Internet Day 2016. Generazioni Connesse: 9 febbraio Roma e Milano

Safer Internet Day 2016. Generazioni Connesse fa “la sua parte per un internet migliore”
Il 9 febbraio in programma due spettacoli interattivi al Teatro Palladium di Roma e al Piccolo Teatro Strehler di Milano.

Teatro e cinema nella scuola: protocollo d’intesa tra Miur e Mibact

Le iniziative previste dal Protocollo danno seguito a quanto già stabilito dalla legge Buona Scuola. Rientrano in una strategia iniziata con il ritorno della Storia dell’arte nelle scuole e proseguita con l’equipollenza dei titoli di studio delle scuole che fanno riferimento ai Beni culturali, con la card da 500 euro per i 18enni, che ha una funzione pedagogica perché vuole avvicinare i giovani al teatro, al cinema, alla musica e all’acquisto dei libri, ecc.

I nichilisti della jihad: intervista a Olivier Roy

Il fenomeno dell’Isis certamente finirà, ma i giovani nichilisti islamici europei sono a casa nostra, destinati a restare, e potrebbero trovare un’altra causa per cui combattere. Le loro caratteristiche sono: fascinazione per la morte vista come supremo atto eroico, l’ignoranza della storia della tradizione islamica e del Paese di residenza, lo sradicamento dalle comunità in cui vivono, l’esistenza separata in piccole cellule quasi famigliari.